L’istituto ha le sue radici nella famiglia delle Suore di San Giuseppe di Chambéry, nata in Francia nel 1650 per attendere ai bisogni umani e spirituali.

Le Suore di San Giuseppe della Provincia italiana della Congregazione di Chambéry sono a Roma dal 1839, dove sono state chiamate per rispondere a bisogni di natura educativa, sociale ed assistenziale.

Attiva dal 1921, la nostra Scuola è una comunità educante che pone al centro l’attenzione alla persona con la ricchezza di tutte le sue componenti.

E’ una scuola della persona e delle persone.

Vogliamo rappresentare un punto di riferimento per le famiglie e gli alunni; un punto di aggregazione sociale dove svolgere non solo le attività didattiche, ma tutte quelle attività propedeutiche per un sano sviluppo all’interno della comunità.

Nel verde del parco della Valle dei Casali, dotato di idonee strutture per lo svolgimento delle attività, l’Istituto Scuola San Giuseppe è il luogo ideale in  cui far crescere i propri figli.

  • Il Progetto Educativo L’Istituto San Giuseppe è una Scuola paritaria cattolica. In quanto scuola paritaria fa parte dell’unico sistema scolastico nazionale integrato dell’istruzione (istituito in base alla legge n. 62 del 2 marzo 2000: “Norme per la parità scolastica e disposizioni per il diritto allo studio e all’istruzione”) e svolge pertanto un servizio pubblico, pur nella diversità della sua gestione non statale. In quanto scuola cattolica condivide la missione evangelizzatrice della Chiesa ed è impegnata a realizzare un progetto educativo improntato ai valori della religione cristiana. L’Istituto si preoccupa di offrire un “sapere per la vita”. La sua proposta culturale tende a superare una visione puramente intellettualistica del sapere, considerandolo piuttosto una preziosa chiave interpretativa della realtà e un indispensabile strumento per il raggiungimento della libertà e dell’autonomia personale. Tale visione abbatte la tradizionale compartimentazione tra le discipline promuovendone l’integrazione in una rete unica di saperi che contribuiscano sinergicamente alla crescita umana e culturale degli alunni e li accompagnino e supportino nel loro percorso futuro. La libertà viene assunta come clima e come metodo, nell’affermazione della propria identità e dei propri valori di riferimento, nel rispetto e nella conoscenza di quelli altrui. Il dialogo e il confronto aperto, nel reciproco rispetto, sono l’elemento caratterizzante del rapporto docente-discente e sono promossi nell’ambito del gruppo dei pari. L’abitudine al confronto e al reciproco ascolto sono lo strumento per la costruzione di una comunità in cui ognuno sia apprezzato e valorizzato per le proprie peculiarità e la diversità sia concepita come fonte di arricchimento reciproco. La famiglia, soggetto primario dell’educazione, è chiamata ad essere protagonista attiva progetto educativo, l’alunno a condividerlo con responsabilità.    
  • Linee Pedagogiche
    • L’Istituto San Giuseppe è un luogo educativo, ossia una comunità educante che pone al centro l’attenzione alla persona con la ricchezza di tutte le sue componenti. È una scuola della persona e delle persone. L’antropologia di riferimento è l’antropologia personalista cristiana, che vede in Gesù Cristo il modello di un’umanità pienamente realizzata.
    • L’Istituto si preoccupa di offrire “un sapere per la vita”, ossia fornire strumenti per interpretare e ordinare criticamente i messaggi ricevuti da più parti e in vario modo, per introdurre nel mondo dei significati umani, personali e collettivi intuiti, custoditi e comunicati nei vari campi dello scibile umano, superando una visione ‘neutralistica’ del sapere.
    • La libertà viene assunta come clima e come metodo, nell’affermazione della propria identità e dei propri valori di riferimento. Non si vuole educare al pluralismo, come se tutte le opinioni fossero vere, ma educare nel pluralismo, affermando le proprie convinzioni nel rispetto e nella conoscenza di quelle altrui. Educare all’autonomia personale vuol dire educare la libertà al possesso di criteri di orientamento per comprendere la realtà e agire in essa. In questo orizzonte il docente è un professionista della scuola che, istruendo, educa a un consapevole e personale equilibrio tra fede e vita.
    • La famiglia, soggetto primario dell’educazione, è chiamata a essere protagonista attiva e non del progetto educativo. L’alunno è chiamato a condividere con responsabilità il progetto educativo, alla cui conoscenza e al cui approfondimento sarà serenamente guidato, nella consapevolezza dei suoi ritmi di crescita umana e culturale.
  • Linee Culturali La fede non abolisce l’autonomia della cultura e la libertà della ricerca culturale, ma dà a essa un fondamento e, nel rispetto dei metodi e dei linguaggi dei vari saperi, ne indica un esito. I saperi scolastici sono declinati come “discipline”, ossia proposti con il rigore dell’indagine, dei linguaggi specifici, del metodo, delle acquisizioni progressive e delle sintesi delle varie scienze. Ogni sapere, infatti, mentre da un lato si colloca all’interno di un percorso storico che incrocia teoria e prassi, dall’altro allarga gli spazi della razionalità umana, fino ad aprirsi agli interrogativi ultimi sulla realtà e sull’esistenza. Nell’Istituto San Giuseppe trovano ospitalità sia il dialogo con le culture più antiche che quello con le culture contemporanee; tale dialogo, che si avvale anche di nuove forme di indagine e di comunicazione, nonché di strumentazione tecnologica. Si configura, infatti, come strumento privilegiato per legare insieme tradizione e contemporaneità, identità e diversità. L’orizzonte della proposta culturale dell’Istituto è il superamento di una visione puramente intellettualistica dei processi scolastici ed educativi, a favore di un sano equilibrio tra corpo e spirito. Pertanto educazione fisica, musica, gioco e attività che educano a una gestualità maggiormente espressiva di sé, troveranno adeguate articolazioni.
  • Educazione Religiosa L’insegnamento della Religione Cattolica occupa, all’interno del processo educativo e culturale dell’Istituto, un posto di primaria importanza, pertanto non è ammessa la facoltà di avvalersi o meno di questo insegnamento. I programmi di questa disciplina scolastica sono stabiliti dalla Conferenza Episcopale Italiana e recepiti nell’ordinamento scolastico delle scuole italiane di ogni ordine e grado. Le scuole paritarie cattoliche sono tenute a seguire queste indicazioni. Il docente di Religione Cattolica, oltre al possesso dei titoli previsti dall’Intesa, dovrà ottenere il Nulla Osta da parte dell’Ordinario diocesano. L’Istituto San Giuseppe, al di là del curriculum scolastico, offre momenti di formazione religiosa (catechesi e liturgia) e di partecipazione a iniziative della vita della Chiesa locale.
  • Struttura della Scuola

© 2017 Istituto Scuola San Giuseppe Roma